Il ruolo dell'Intelligenza Artificiale nel marketing moderno
Robot sorridente

INDICE

Il marketing è, senza dubbio, una delle aree in cui l’IA sta avendo (e avrà) un maggior impatto. L’Intelligenza Artificiale è parte integrante del lavoro di un marketer: siamo talmente “immersi” nell’utilizzo di questi strumenti che quasi non ci accorgiamo di quanto siano frequenti.

Pensa, ad esempio, agli algoritmi dei social media, ai sistemi di marketing automation o ai CRM (ne parliamo qui): in ciascuno di questi, c’è una componente di IA utilizzata quotidianamente e che, nel corso degli anni, ha cambiato radicalmente l’approccio al marketing. 

Ma c’è di più: secondo una stima di Statista, entro il 2028 il mercato globale dell’Intelligenza Artificiale nel marketing avrà un fatturato di 107 miliardi di dollari. Parliamo, quindi, di numeri enormi, destinati inevitabilmente ad aumentare sempre di più con lo sviluppo di soluzioni ancora più sofisticate per automatizzare il lavoro, semplificare i processi e risparmiare tempo (e soldi).

Che cos’è l’Intelligenza Artificiale?

Prima di capire in che modo l’IA sta impattando sul marketing, facciamo un passo indietro e partiamo dalle definizioni.

L’Intelligenza Artificiale (IA) è una branca dell’informatica specializzata nello sviluppo di sistemi in grado di eseguire compiti che, fino a poco tempo fa, richiedevano l’intelligenza umana. 

Un’IA può svolgere compiti come l’apprendimento, il ragionamento, la percezione, la comprensione del linguaggio naturale e persino la creatività. L’evoluzione dell’IA ha attraversato diverse fasi, partendo da semplici automazioni fino ad arrivare a sistemi complessi di apprendimento automatico (parlo, ad esempio, di Machine Learning) e elaborazione del linguaggio naturale (NLP), che permettono alle macchine di apprendere dai dati e di interagire in modo sempre più naturale e intuitivo con gli esseri umani. 

Nel contesto del marketing, però, l’IA non è solamente questa. Ad esempio, l’Intelligenza Artificiale sta anche nei software che permettono di ottimizzare i budget delle campagne o che migliorano la personalizzazione delle comunicazioni attraverso i big data.

Come l’AI si integra nel marketing

Come ti dicevo, Intelligenza Artificiale e marketing digitale hanno un legame strettissimo. Con l’integrazione tecnologica nelle strategie di marketing, potrai semplificare l’automazione di task ripetitivi, accedere all’analisi predittiva del comportamento dei consumatori, personalizzare le campagne pubblicitarie e creare contenuti con l’AI generativa. 

La funzione principale dell’IA è quella di accelerare i processi e avere risposte in tempi molto più rapidi rispetto al passato. Fino a qualche anno fa, infatti, era impossibile produrre (e analizzare) mole di dati praticamente sconfinate. Oggi, con l’IA, puoi raccogliere e analizzare grandi quantità di dati in tempo reale, accedendo ad informazioni sulle preferenze e i comportamenti dei consumatori che prima sarebbero state inaccessibili.

In questo modo, la tua azienda potrà lavorare sull’ottimizzazione della strategia, prevedere le tendenze future e personalizzare l’offerta in base alle esigenze specifiche di ciascun cliente. Molto importante anche l’utilizzo dell’IA per migliorare la customer experience e personalizzarla: uno degli strumenti più popolari è il chatbot, che offre un supporto immediato e personalizzato 24/7, migliorando la fedeltà dei clienti al brand.

Applicazioni pratiche dell’IA nel marketing

L’IA viene utilizzata dai marketer per gestire tantissimi processi diversi. Vediamo insieme tutte le applicazioni pratiche di questi strumenti.

Personalizzazione e Customer Experience

L’integrazione dell’IA ha migliorato tantissimo gli strumenti di personalizzazione e customer experience nel marketing.

Questo perché l’IA riesce ad analizzare in pochissimo tempo una grossa mole di dati comportamentali e contestuali, per prevedere le esigenze e le preferenze dei clienti, permettendoti di anticipare le loro richieste e di intercettare ogni bisogni in real time.

Parlando di l’AI nell’e-commerce, il suo utilizzo è utile per ottimizzare l’esperienza di shopping, attraverso attività come i suggerimenti di prodotti da acquistare in base allo storico di ogni cliente. Il tutto si traduce in un’esperienza completamente su misura, basata sull’analisi delle pagine visualizzate dai clienti, delle interazioni precedenti e delle loro preferenze. Posso fare un discorso simile anche nel content marketing: in questo caso, l’IA può aiutarti a capire quali contenuti generano maggiore engagement, adattando le tue strategie di comunicazione e testando formati diversi per stimolare il coinvolgimento.

TRE CONSIGLI PER SFRUTTARE L’IA

chat

Personalizza le tue interazioni con i clienti

I clienti cercano sempre di più un approccio personalizzato e meno “standard”. Sfrutta l’analisi dei dati per capire cosa cerca ogni cliente, qual è il suo storico acquisti, che tipo di prodotti inserisce nel carrello, che contenuti legge. A questo punto, personalizza l’interazione per aumentare le possibilità di convertire

content_copy

Ottimizza i contenuti

Applica l’IA nel content marketing per capire quali tipi di contenuti generano più interesse e coinvolgimento tra il tuo pubblico. Analizza i dati raccolti dai social media e dal tuo sito per capire quali argomenti, formati o immagini ottengono le migliori performance, così da ottimizzare la produzione

Smart_Toy

Introduci i chatbot

I chatbot sono capaci di apprendere dalle interazioni precedenti e migliorare il dialogo con i tuoi clienti. Integra i chatbot sul tuo sito web, sui social media o nella tua app per rispondere rapidamente alle domande frequenti e guidare gli utenti attraverso il processo di acquisto.

Automazione e efficienza operativa

Utilizzando l’Intelligenza Artificiale nel B2B o nel B2C potrai anche migliorare tantissimo l’efficienza operativa, ovvero gestire più facilmente i processi di lavoro. 

Puoi ottenere questo risultato attraverso l’automazione nel marketing, che ti permette di rendere automatiche una serie di azioni che, fino a qualche tempo fa, richiedevano molto tempo per essere completate manualmente. Allo stesso tempo, oltre ad automatizzare, l’IA rende anche più preciso il lavoro, perché ha delle capacità di analisi e di sintesi dei dati migliori di quelle che potresti gestire manualmente.

TRE CONSIGLI PER SFRUTTARE L’IA

Security

Automatizza, ma senza violare la privacy

Quando integri l’IA nel tuo marketing, scegli sempre dei sistemi che ti garantiscano la protezione dei dati personali dei clienti e che siano conformi a leggi come il GDPR. In caso di violazioni, infatti, potresti dover pagare multe anche molto salate: per questo, ti consiglio di optare per tool con una politica trasparente sul modo in cui raccolgono, analizzano e utilizzano i dati

Analytics

Ottimizza le campagne e sfrutta l’analisi predittiva

Utilizza l’IA per analizzare grandi volumi di dati e trovare dei pattern che si ripetono nel comportamento dei tuoi clienti. In questo modo potrai ottimizzare le tue campagne tenendo conto della segmentazione del tuo pubblico e delle preferenze dei clienti, migliorando di conseguenza il ROI

Groups

Forma il tuo team

La formazione continua del tuo team è un modo per essere sempre aggiornati sull’utilizzo di queste tecnologie (e, di conseguenza, trarne il massimo). Organizza workshop o corsi che spieghino sia come approcciare a questi strumenti e come utilizzarli, sia come ripensare alle strategie di crescita dell’azienda

Analisi predittiva e decision making

Parlando di decision making, sicuramente l’IA si è conquistata un posto d’onore. Il motivo è quello che ti dicevo poco fa: grazie all’analisi predittiva e alla “lettura” di grandi mole di dati, l’Intelligenza Artificiale può darti degli scenari concreti per prendere decisioni migliori e ragionate in azienda.

Oltre ad analizzare in tempo reale tutte le attività che il tuo brand sta portando avanti (ad esempio, analizzando le campagne), l’IA può capire tutto ciò che stanno facendo i tuoi concorrenti e come reagiscono i consumatori ad alcuni stimoli. Attraverso la real-time analysis, quindi, potrai monitorare il mercato, sapere quali sono le tendenze e come ti posizioni tu rispetto alle esigenze dei tuoi clienti. 

Su questo tema, ti consiglio anche di leggere questa guida sull’analisi dei dati per imprenditori, molto utile per capire meglio come sfruttare i dati per crescere con il tuo business.

TRE CONSIGLI PER SFRUTTARE L’IA

Trending_Up

Usa gli algoritmi predittivi

Questi algoritmi riescono a analizzare i dati storici e attuali, per accedere ad un ampio spettro di informazioni, come ad esempio le interazioni dei clienti sui social fino ai prodotti più venduti. In questo modo potrai generare previsioni accurate e prendere decisioni più consapevoli

Table_Chart

Integra l’IA con i CRM

I CRM sono strumenti in grado di archiviare e analizzare tutti i dati dei tuoi clienti. Integrando l’IA, avrai ancora di più la possibilità di accedere ad informazioni dettagliate sullo storico clienti e sulle abitudini d’acquisto

Equalizer

Promuovi una cultura dei dati

Usare dei tool non basta per cambiare veramente approccio in azienda. Devi promuovere una “cultura” dei dati e fare in modo che questa visione entri a pieno titolo nei valori, nella mission e nella vision del tuo brand

Il futuro dell’IA nel marketing

Difficile fare delle previsioni sul futuro dell’IA, anche perché i cambiamenti che avvengono in questo settore sono velocissimi e a distanza davvero di poco tempo. Avresti mai detto, anche solo 4 o 5 anni fa, che oggi avremmo avuto a disposizione tecnologie capaci di “pensare” quasi come un essere umano e di capire il nostro linguaggio?

Le trasformazioni, dunque, saranno profondissime e l’innovazione nel marketing è solo all’inizio.

Ci sono tantissime tecnologie che promettono di “rivoluzionare” il modo in cui interagiamo con i clienti, come il riconoscimento vocale avanzato. Come ti dicevo, l’’IA sta già iniziando a influenzare moltissimo il Return on Investment (ROI) delle campagne, così da ottimizzare le spese in adv e concentrare gli sforzi sulle strategie più efficaci. 

Nel futuro, ci aspettiamo che l’IA renda le campagne di marketing più efficienti in termini di costi, ma anche più efficaci nel raggiungere e coinvolgere il pubblico in modi sempre più personalizzati. 

Ci sarà un’integrazione crescente con altre tecnologie emergenti, come la realtà aumentata (AR) e la realtà virtuale (VR), per creare esperienze immersive che trasformeranno radicalmente la customer journey dei clienti (ne parliamo anche in questa guida, sul marketing esperienziale). Queste tecnologie, combinate con l’analisi predittiva e il predictive marketing, guideranno i brand nella costruzione di offerte sempre più custom per migliorare la soddisfazione e la fedeltà del cliente sul lungo periodo.

Fabio Nicolosi Romi

AUTORE

Fabio Nicolosi

CMO e SEO Specialist

Responsabile Marketing e SEO Senior di ROMI. Gestisco il Team di Specialist e sviluppo Analisi e Strategie di Marketing per raggiungere gli obiettivi di business prefissati.

Ti potrebbe interessare:

Entra in contatto con noi

Parla con un consulente marketing specializzato, entra in contatto con noi